Olimpiade 2016.

A Rio si stanno correndo i 5000 donne, la gara è quasi finita. Il gruppo frena all’improvviso e la neozelandese Nikki Hamblin cade. L’americana Abbey D’Agostino mette male il piede, si procura la distorsione al ginocchio ma, invece di maledire il momento e lamentarsi del dolore, si volta e aiuta la Hamblin a rialzarsi. Insieme ricominciano a correre sorreggendosi l’una con l’altra. La D’Agostino cade altre due volte e tocca alla Hamblin sorreggerla. Tagliano il traguardo insieme. Ultime, ma in realtà vincenti. Si abbracciano. Queste sono le immagini che sicuramente ci portiamo nel cuore al termine dell’avventura olimpica di quest’estate perché vanno oltre la competizione agonistica: esiste un gesto più sportivo dell’aiutare un avversario in difficoltà? Questa “lezione” di come lo sport debba essere interpretato vogliamo apprenderla e trasmetterla ai nostri atleti e ai nostri dirigenti che saranno impegnati nella stagione sportiva che stiamo per avviare affinché si attui concretamente sui campi di gioco quello che rappresenta uno dei principi istitutivi delle Pgs che si propongono di “concorrere alla progressiva formazione integrale e sociale dei giovani valorizzando la loro domanda educativa e la prassi di promozione umanizzante dello sport”. L’anno appena concluso ha confermato per numeri e qualità l’ottimo stato di salute delle Pgs siciliane con 256 società affiliate e oltre 13.000 tesserati che hanno generato un’offerta sportiva sempre più diversificata sul territorio accompagnata dalle iniziative di formazione che l’associazione ha proposto ai diversi livelli.Per il 2016-17, il consiglio regionale ha messo in cantiere alcune novità legate ad una diversa strategia che tenga conto del mutato quadro delle nostre affiliate e, soprattutto, delle aspettative dei loro tesserati. In particolare, da quest’anno, vi saranno due grandi manifestazioni regionali con target organizzativi differenti: le Pigiessiadi manterranno lo stile della festa sportiva per le fasce giovanili e scolastiche in cui confluiranno le finali regionali delle rispettive categorie; le categorie Libere degli sport a squadre, in cui gareggiano ormai moltissimi adulti, vivranno, invece, la conclusione dell’anno sportivo in un evento che accoppierà l’agonismo delle finali al godimento delle più belle location della Sicilia, fortificando così il binomio sport-turismo: a giugno 2017 l’appuntamento è fissato a Lipari per la Eolie Cup.Come lo scorso anno, non mancheranno le azioni nello sport sociale tra le quali spiccano le iniziative a favore degli immigrati minori non accompagnati e dei minori detenuti, realizzati con alcuni progetti sinergicamente condotti con le altre realtà della Famiglia salesiana ed il Coni. Nel campo della formazione saranno proposti un seminario giuridico di aggiornamento per i dirigenti delle associazioni locali, un corso non residenziale per allenatori di primo livello e un corso residenziale di secondo livello. Il 2017 sarà anche l’anno delle assemblee elettive ai diversi livelli (provinciale, regionale e nazionale) che sceglieranno i nuovi quadri dirigenti per il prossimo quadriennio. Prepariamoci a vivere questi momenti di confronto e di discernimento sul progetto associativo della Pgs che definirà le ambizioni e il rinnovamento, interpretati e condotti da chi sarà chiamato a ricoprire ruoli di animazione e responsabilità.

Buon anno sportivo!

Il presidente regionale Pgs Sicilia Maurizio Siragusa visita la nuova sede del comitato provinciale di Messina